Legno di castagno: proprietà e caratteristiche principali

Quali sono le proprietà e le caratteristiche principali del legno di castagno? Questa tipologia di legname si rende idonea per la produzione di mobilia, di articoli di ebanisteria, ma anche per la realizzazione di infissi e strutture da porre in ambienti esterni. Come il faggio, il ciliegio ed il noce rientra tra i cosiddetti legni semiduri e si caratterizza per essere resistente all’umidità, elastico e molto resistente.

Proprietà e caratteristiche del legno di castagno

Sebbene non sia il tipo di legname più facile da lavorare, il legno di castagno ha delle peculiarità tali che lo fanno apprezzare per più di uno scopo.

Venature castagno

La sua ottima resistenza a intemperie e agenti atmosferici, ad esempio, lo rendono un legname d’elezione per la produzione di infissi, le sue eleganti venature ne fanno un’ottima base per lavori di ebanisteria, mentre altre qualità lo rendono ideale per la produzione di sedie e mobili.

In linea generale, quanto a caratteristiche principali, possiamo dire che il castagno è un legno semiduro, garantisce una buona longevità, è altamente elastico e ha percentuali molto basse di ritiro e dilatazione.

Utilizzi e campi d’impiego

Il legno di castagno si rende particolarmente adatto per la produzione di:

  • Infissi
  • Arredi per esterni
  • Doghe per botti
  • Articoli di ebanisteria
  • Solai, portici, tetti e altre strutture edili
  • Legna da ardere

Riguardo alle tipologie, infine, esistono il Castagno Europeo, tra i più ricercati, Giapponese, di caratteristiche simili ma più piccolo rispetto a quello del Vecchio Continente, e Americano, in via di ripristino dopo una vasta epidemia di cancro corticale del castagno.

I commenti sono chiusi.