Sedie in legno grezzo: fascino rustico, naturalezza e versatilità

Quali sono i fattori che ci spingono a comprare delle eleganti e caratteristiche sedie in legno grezzo?

Essenzialmente sono il fascino rustico che contraddistingue questo tipo di sedia, la possibilità di colorarla a piacimento in un secondo momento e, magari, anche la versatilità che da sempre caratterizza in toto le sedie paesane e che le rende adatte ad arredare sia gli spazi della casa che quelli del locale o del ristorante.

Sedie legno grezzo

Per quanto riguarda l’aspetto rustico e tradizionale di questa seduta è innegabile che una sedia classica in legno grezzo sia quanto di più naturale ci si possa dotare per l’arredo dei nostri spazi domestici o lavorativi. In poche parole, una seggiola grezza porta istintivamente un po’ di ambiente e di natura in ogni ambiente.

Per quanto riguarda le possibilità di colorazione, chi desidera colorare una sedia in legno grezzo può farlo con l’ausilio di tinte classiche quali faggio, ciliegio, rovere e noce, con l’utilizzo di aniline di vari colori (rosso, giallo, verde ecc.) oppure con diversi tipi di laccatura. Sempre in tema di colorazioni, ultimamente va molto di moda anche il wengè, adoperato in larga scala anche per una vasta gamma di tavoli, di mobiletti multiuso e di complementi di arredo.

Infine, riguardo alla versatilità e alle opportunità di arredo, c’è da dire che uno stock di sedie paesane di tipo grezzo ha quasi la capacità di fare “arredo da solo” in osterie, trattorie, locali regionali e ristoranti tipici, ma ha anche la capacità di impreziosire, diversificare e ingentilire l’arredamento della casa e dell’appartamento.

Allure rustico, possibilità di colorazione e versatilità di arredo: questi sono quindi i fattori principali che ci fanno propendere per l’acquisto di sedie in legno grezzo e che ci fanno amare questo tipo di seggiola dall’aspetto così naturale.

I commenti sono chiusi.