Gli altri nomi della Sedia Paesana

La Sedia Paesana è molto conosciuta con il nome di Sedia Venezia, ma è pure venduta e messa in commercio con altri appellativi che abbiamo cercato di raccogliere in una lista. Come possiamo vedere dall’elenco, i nomi derivano soprattutto dalla sua origine (della Nonna…), dal suo uso in ambito ristorativo (Oste), dal tipo di ambiente nel quale sono ubicate (Campagnola, Montagnola) e alcuni volti anche dalla pura fantasia (Marika, Olga).

Tanti nomi per una sola grande Sedia…

Sedia Venezia

Ecco quindi la lista di nomi con i quali viene conosciuta o venduta la seggiola Paesana tradizionale. Questi appellativi, per la precisione, sono quelli con i quali viene chiamata e messo in commercio in vari store online…

Venezia. E’ praticamente un sinonimo. Molti conoscono questo tipo di seduta con il nome di Paesana, ma molti la conoscono anche con il nome di Venezia.

Rustica. E’ anche il nome con la quale vengono genericamente chiamate le sedie tradizionali in legno e paglia, delle quali magari non ci ricordiamo il nome preciso. Dicendo che è una “Sedia Rustica” andiamo sempre sul sicuro.

Campagnola. Questo appellativo è parente stretto di “Rustica” e anch’esso si rifà al fatto che questo tipo di sedia ha sempre fatto parte del cosiddetto “Arredo Country”.

Country. Come sopra. Alcuni store però magari pensano che Country sia più attraente, più “figo” di Campagnola e la mettono in commercio con questo nome che ispira sempre trend, fiducia e calore.

Montagnola. Da “Campagnola” a “Montagnola” saliamo di altitudine. Anche questo ovviamente è un appellativo che deriva dall’adozione di questa seduta in abitazioni ubicate in alta collina e in montagna.

Della Nonna. Le Sedie Paesane sono state, e in alcuni casi continuano ad essere, il “trono” nelle cucine di quelle regine che erano e saranno sempre le nostre nonne…

Oste. Chiaro il riferimento al fatto che in molti casi le seggiole di tipo paesano trovano un largo uso nell’arredamento di osterie, ristoranti, bar e locali.

Marika. Questa forse vuole essere una dedica amorosa o un nome di puro fantasia, perchè non si collega nè all’origine nè all’uso della seduta.

Olga. Come sopra. Anche in questo caso l’appellativo si rifà a un nome di donna. Curioso semmai il caso che sia Marika che Olga non rappresentino nomi tradizionali femminili della cultura italiana, quanto semmai di quella dell’Est e del Nord Europa.

 

I commenti sono chiusi.